Pannelli fotovoltaici in condominio: si può fare

Pannelli fotovoltaici in condominio: si può fare?

Pannelli fotovoltaici in condominio: si può fare?

La domanda che spesso molti condomini si pongono è se è possibile installare dei pannelli fotovoltaici in condominio e come e qual è l'iter da seguire. La premessa da cui occorre partire è che in Italia, oltre 24 milioni di persone vivono in strutture condominiali. In questo articolo proviamo a fare il punto della situazione. Prima addentrarci nell'argomento, è importante, tuttavia, fare una distinzione tra impianti installati per uso privato e per uso condominiale soffermandoci sulle normative di riferimento.

La normativa

La Riforma dei Condomini del 2012, entrata poi in vigore il 18 giugno 2013 chiarisce le modalità di realizzazione di impianti volti alla produzione di energie rinnovabili in condominio. Si tratta di una modifica ad alcuni articoli del codice civile che regolano proprio la realizzazione di impianti di energia rinnovabile in questi luoghi:

Art. 1120 c.c. riguardo gli impianti condominiali centralizzati
Art. 1122 c.c. riguardo gli impianti da fonti rinnovabili al servizio di singole unità abitative condominiali).

L’articolo 5 della legge 220/2012  in merito all’installazione del fotovoltaico in condomino sancisce che i condomini possono decidere se effettuare innovazioni nello stabile condominiale, innovazioni che specifica in:

1) opere e e interventi volti a migliorare la sicurezza e la salubrita’ degli edifici e degli impianti;
 
 2) opere e interventi previsti per eliminare le barriere architettoniche, per il contenimento del consumo energetico degli edifici e per realizzare parcheggi destinati a servizio delle unità immobiliari o dell’edificio, nonchè per la produzione di energia mediante l’utilizzo di impianti di cogenerazione, fonti eoliche, solari o comunque rinnovabili da parte del condominio o di terzi che conseguano a titolo oneroso un diritto reale o personale di godimento del lastrico solare o di altra idonea superficie comune”

L'iter da seguire per fotovoltaico ad uso condominiale 

Chi abita all’interno di un condominio e abbia intenzione di realizzare un impianto fotovoltaico deve presentare una proposta formale all’amministratore.

“L’amministratore e’ tenuto a convocare l’assemblea entro trenta giorni dalla richiesta anche di un solo condomino interessato all’adozione delle deliberazioni di cui al precedente comma. La richiesta deve contenere l’indicazione del contenuto specifico e delle modalità di esecuzione degli interventi proposti. In mancanza, l’amministratore deve invitare senza indugio il condomino proponente a fornire le necessarie integrazioni”

Tuttavia, prima di effettuare la proposta è necessario effettuare delle verifiche tecniche per accertarsi che vi sia lo spazio a disposizione per installare un impianto fotovoltaico condominiale, l’ammontare dei costi per la realizzazione e la messa in opera e la modalità con cui i lavori verranno effettuati.

Fotovoltaico ad uso privato

Potrebbe accadere che uno dei condomini voglia installare dei pannelli solari in condominio per usufruire personalmente dell’energia prodotta, quindi, per uso personale. É possibile fatlo utilizzando parti comuni o parti private: pezzi di lastrico solare, balconi, scale, e così via. Tutte le parti fruibili dello stabile condominiale possono essere utilizzate per l’impianto, a patto che non vengano modificate nè messe a rischio parti strutturali del palazzo e che non si incida sul decoro dell’edificio. La procedura è del tutto identica a quella che abbiamo esaminato e il progetto deve essere sottoposto all’autorizzazione dell’assemblea condominiale e dell’amministratore. Anche in questo caso, il condomino dovrà presentare una richiesta scritta all’amministratore, con un progetto tecnico definito nel dettaglio. Entro trenta giorni sarà convocata l’assemblea che potrà approvare o meno. Se nessuno dei condomini comunica un esplicito dissenso ai lavori, il fotovoltaico condominiale potrà essere realizzato. In caso contrario potranno essere apportate delle modifiche per l'approvazione da parte di tutti.  Quindi abbiamo visto come sia possibile chiedere ed ottenere l'installazione di un impianto fotovoltaico ad uno proprio o condominiale seguendo un determinato iter e con l'approvazione degli altri condomini.